Carissimi amici, oggi pensavamo di poterci riposare un po´ dopo la faticaccia di ieri, ma entrambi all´alba delle  5,30 eravamo gia´ sveglissimi.

Una telefonata dall`Italia, ma anche la voglia di affrontare i problemi che ci attendono in questo mese e lo stesso Fernandino (che molti di voi conoscono e che al mattino e` peggio del gallo del Vangelo), hanno fatto si` che alle 6 avevamo gia` mangiato due papaie a testa. Da queste parti infatti e` d’obbligo mangiare  la papaia a colazione. Oltre ad essere gustosa e` anche un ottimo regolatore dell’intestino.

Per il resto oggi e` stata una giornata interlocutória. Tanti incontri, tanti saluti agli amici lungo le strade del paese, una rapida visitina alla famiglia di Isabele. Lei e` una ragazzina di circa 6 anni,  cerebrolesa dalla nascita, ma tanto piena di vitalita` e di voglia di vivere. Per la sua famiglia, molto povera,  lo scorso anno avevamo costruito una piccola, ma dignitosa casetta e, sempre con gli aiuti dall`Italia,  sosteniamo  le cure costosissime alle quali Isabele deve periodicamente sottoporsi. Ascoltando i racconti della mamma di Isabele abbiamo deciso di acquistarle una piccola lavatrice, cosi` che lei possa dedicare maggior tempo  alla sua piccola sfortunata bambina e ancora una volta ci siamo accorti che donare e` la cosa piu` bella al mondo, soprattutto quando si dona ad un esserino dimenticato da tutti.

Ora andiamo a posare il capo, ringraziando il Signore per il bene che, ancora una volta, ci ha dato l’opportunita` di fare. Chissa` cosa ci riservera´ il giorno di domani ? Ve lo racconteremo tra circa 24 ore. Intanto vi inviamo, come sempre, il nostro abbraccio.

LUCIANO E  ROBERTO