Carissimi amici miei, lontani fisicamente ma unitissimi nel Grande Cuore di Dio, siamo vicini al momento più importante dell’anno liturgico. Dopo un lungo cammino di preghiera, digiuno e opere per il bene dei nostri fratelli, siamo pronti (grazie all’Infinita Misericordia di Dio) a godere della Vittoria del nostro Dio nei nostri cuori, famiglie e comunità.
Vittoria che ha il sapore dell’umiltà, il profumo del servizio, il sussurro di una melodia semplice che inonda l’anima di pace!
Qualche settimana fa, durante una omelia, il Signore mi ha aperto il cuore e la frase che ha voluto dirmi attraverso le parole di un carissimo Vescovo, mi è rimasta impressa nella mente ed ha confermato e rafforzato la mia povera risposta al Suo Amore.

“SIAMO IMMAGINI VIVE DI CRISTO RISORTO”.

Questo è l’augurio che faccio a tutti noi, affinché possiamo davvero, senza distrarci nemmeno per un attimo, contemplare lo SPLENDORE DEL NOSTRO DIO VIVO negli occhi che implorano amore, nei volti che chiedono un sorriso, nelle mani che aspettano un pezzo di pane, nei corpi che necessitano di cure, nei cuori che hanno bisogno di tanta preghiera.
Sono sicura che se ci esercitiamo di continuo ad andare oltre i nostri limiti umani quando ci approcciamo al nostro prossimo, i nostri atteggiamenti cambierebbero moltissimo.
Cosa faremmo se ci trovassimo davanti a Gesù? Anche noi, come Maria, Gli laveremmo i piedi col più caro dei profumi e Lo asciugheremmo coi nostri capelli, ne sono certa!

Ma la vera domanda è: stiamo facendo lo stesso quando Lo incontriamo ogni giorno nei nostri fratelli, Sue Immagini Vive?

Camminiamo insieme e restiamo in comunione con la preghiera!
Vi voglio bene, francesca