IL TRONO DELLA CROCE

Lettere di Don Gianni Sacco
Penso alla tua Passione e Morte o Signore Gesù,
e la mia nullità mi confonde.
Il tuo amore folle ti ha condotto a toccare il fondo
di tutti gli abissi del male, dell’umiliazione,
dell’abbandono e della morte
e quando, agli occhi del mondo, sembravi ormai
distrutto per sempre,
proprio allora eri giunto alla massima vetta
del tuo amore e dal trono delle croce tu, uomo morto,
donavi la tua vita perché fosse la nostra vita.
 
 
Don Gianni Sacco
 
Agosto 2008